Bookmark and Share
CCG Feed Button
Quick Car Search 
 
1972 Ferrari Dino 246 GTS (3)
Sunday, 21st September, 2014
Latest News
  • DEALERS & TRADERS Advertise for FREE!! XML Feed?? Tell us where to find it and we will do the rest!

  • FORUM - Our Forum is now online! Discuss everything Classic Cars, Muscle Cars, Hot Rods and more..

  • DEALERS! - Never upload another Ad again with the CCG Automated Feeds - Contact us NOW!

  • Subscribe to the CCG RSS feeds to get Classic Cars delivered directly to your desktop!

  • BLOGGING - We post Classic, Exotic and Muscle Cars that YOU would like to own!

  • TWITTER - follow us and receive instant updates!

  • 35 Languages Translated 33 Currencies Converted Visitors from over 170 different countries!!

  • 40,000 NEW Classic and Collector Car enthusiasts discover the CCG website EVERY month!!

  • Hello and welcome to ClassicCarsGlobal.com - The only truly GLOBAL Classic Car site on the Internet!

Further Details - Click Here! Sample Listing
1900-1929
1939 BSA B33 SCOUT SIX
1930-1949
1940 Ford Coupe 350 V8
1950-1969
1967 Ford Ranchero 331 V8
1970-1989
1972 Volkswagen Kever Cabriolet 1302
1990-Present
2011 BMW 328i Convertible
MUSCLE
1967 Dodge Coronet
PRESTIGE
1937 Ford Convertible
EXOTIC
2002 Mercedes-Benz CLK GTR GTR
And More...
1969 Ducati 900 MINI MARCELINO SERIE 1
YOUR SECURITY!
TOP SEARCHES
(Last 7 Days)
LAST VIEWED
Classic cars global logo
dealer
Cristiano Luzzago
Bookmark and Share

1964 Alfa Romeo Giulia TI Super 

Consultancy for Purchase, Sales & Negotiations Management.

USD 0
SOLD
Click on image to ENLARGE
 
IT

Country State / Province City / Town Zip / Postal Code
Italy Roncadelle 25030

Listed under categories:

 


Overview
Color Exterior: Bianco 
Color Interior:
Odometer: 0.00 Miles
LHD/RHD N/A
Transmission: N/A
Convertible: N/A
Advert No: 137883



Description:

In vendita la Giulia TI Super che ha partecipato al "Raid della Fratellanza e della Pace 2010 - Da Shangai a Milano".Marca: Alfa RomeoModello: Giulia TI SuperAnno: 1964Telaio: 595251Cilindrata: 1600 Twin CamOmologazioni: Fiche CSAIInterno: grigio/rossoEsterno: biancoMeccanica: perfettaCarrozzeria: buonaNote: ex ufficiale Jolly Club, pronta per l''uso[da it.Wikipedia.org] La Giulia venne presentata presso l''Autodromo Nazionale di Monza il 27 giugno 1962 nella versione TI (acronimo di Turismo Internazionale). Grazie alla cilindrata di 1570 cc e all''alimentazione con un carburatore doppio corpo verticale, il motore poteva erogare una potenza di 92 cv (67 Kw). Il cambio a 5 rapporti aveva la leva al volante, che ne rendeva scomoda e poco sportiva la manovrabilità. Il sedile anteriore aveva la seduta in pezzo unico che la omologava per sei posti, mentre la plancia (in plastica grigia) incorporava una strumentazione ad andamento orizzontale (con tachimetro a nastro e un piccolo contagiri circolare sulla sinistra).Nel 1963 venne lanciata la versione Ti Super, pensata per l''omologazione alle gare turismo. Rispetto alla Ti, la Ti Super presentava una carrozzeria alleggerita (cofani e portiere in alluminio, lunotto e finestrini posteriori in plexiglass, alcuni lamierati assottigliati, allestimento interno semplificato, il motore potenziato da 112 CV della Giulia SS coupè (con alimentazione a 2 carburatori Weber 45 DCOE, valvole maggiorate, alberi distribuzione sportivi), freni a disco, cerchi in lega di magnesio Campagnolo con feritoie quadrangolari (gli stessi della Giulia TZ) e leva del cambio a cloche sul pavimento. A richiesta erano disponibili radiatore dell''olio, differenziale autobloccante e rapporti al ponte differenti.Esternamente la Ti Super si riconosceva per i quadrifogli adesivi sulla fiancata e la sostituzione della coppia di fari anteriori più interna con prese d''aria circolari. Opportunamente elaborata da noti preparatori come Virgilio Conrero, con il motore che arrivava a erogare circa 155 cv (114 kw), fu omologata nella categoria Turismo Gruppo 2 e in gara diede parecchie soddisfazioni all''Alfa Romeo che coniò lo slogan: "Giulia, la berlina che vince le corse".Nel 1964, dopo aver tolto di listino la Ti Super (costruita nei 501 esemplari necessari all''omologazione per le gare), l''Alfa Romeo aggiornò anche la Ti: 4 freni disco (dopo 22.000 esemplari con freni a tamburo), sedili anteriori separati e leva del cambio a cloche sul pavimento. Nel 1965 la 1600 TI venne affiancata dalla Giulia Super. Finiture più curate (plancia rivestita in legno, strumentazione circolare, sedili ridisegnati, profilo "sottoporta" cromato, diversi fregi posteriori, biscioni smaltati sui montanti posteriori) erano gli atout della Super insieme con il motore che grazie all''adozione di due carburatori doppio corpo Weber 40 DCOE/33 erogava 98 cv e con il nuovo rapporto al ponte 9/41 riusciva a superare i 175 km/h, ma rispetto alla precedente TI a un minore regime di giri, con minore rumorosità e consumi inferiori.2010 Raid della Fratellanza e della PacePhotos: Ufficio Stampa Presidenza Provincia di MilanoIl Raid Shanghai-Milano con Alfa Romeo d’epoca si è concluso a Palazzo Isimbardi.18|12|2010Il Raid Shanghai-Milano con Alfa Romeo d’epoca s’è concluso a Palazzo Isimbardi. Podestà: «Avventura che segna il passaggio del testimone di Expo tra Cina e Italia»Al volante di una «Giulia Super» del ’72 con a bordo la figlia Arianna e l’ex pilota di Formula uno Arturo Merzario, Il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, ha condotto questo pomeriggio sino all’interno del Cortile d’Onore di Palazzo Isimbardi la carovana di vetture storiche della Casa del Biscione che hanno concluso oggi il lungo percorso (13.000 chilometri) del «Shanghai-Milano. Raid automobilistico della fratellanza e della pace».Le quattro «Giulia» sono giunte sotto la Madonnina dopo aver affrontato 35 giorni di tragitto e aver attraversato Cina, Mongolia, Russia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Serbia e Croazia. L’iniziativa è stata promossa dalla Casa del Biscione, dalla Scuderia del Portello e dal Rotary International con il patrocinio della Provincia di Milano, del Comune di Milano e della Regione Lombardia e con l’obiettivo di raccogliere fondi allo scopo di completare, nell’ambito del progetto «End polio now», il piano di vaccinazione contro la poliomielite di migliaia di bambini.Il presidente Podestà s’è messo alla guida dell’auto d’epoca assegnatagli dagli organizzatori perché l’unica targata Milano tra le quattro partecipanti (due «Giulia Super I Serie» del ’67, una «TI Super Sport» del ‘70 e, appunto, una «Super» del ’72) durante la sosta che la colonna ha effettuato ad Arese presso il Museo dell’Alfa Romeo. Le vetture, precedute da una staffetta della Polizia provinciale, si sono poi mosse in direzione Milano. La carovana, dopo essersi fermata per pochi minuti in piazza del Duomo, ha raggiunto Palazzo Isimbardi, dove è stata accolta dal console della Repubblica popolare cinese, Liang Hui, e da un folto gruppo di «Alfisti».«Il “Raid della fratellanza e della pace” non solo è servita per gettare un ponte ideale tra due metropoli ma ha anche segnato il simbolico passaggio di consegne di Expo tra Shanghai e Milano - ha dichiarato il presidente Podestà -. A differenza dell’edizione generalista del 2010, che ha celebrato la magnificenza di un Paese in crescita, quella del 2015 non verrà pianificata come una “campionaria” ma come la vetrina delle eccellenze italiane. Per questa ragione, sono fiero che il testimone di Expo tra le due città sia stato passato anche dal’Alfa Romeo, che rappresenta un marchio storico del Milanese e di Milano apprezzato in tutto il mondo e all’altezza di un rilancio da perseguire con tutte le forze».Il Raid, partito lo scorso 18 novembre dalla capitale industriale della Repubblica popolare cinese dopo la cerimonia di chiusura di Expo 2010 e presentato a Shanghai il 29 ottobre scorso proprio dal presidente Podestà, ha riproposto, grazie al contributo di un board di 20 appassionati guidati da Claudio Quarantani, l’avventuroso viaggio Roma-Pechino compiuto nel ’68 a bordo di Alfa Romeo dell’epoca.SCUDERIA DEL PORTELLO AL “ RAID DELLA FRATELLANZA E DELLA PACE - SHANGHAI – MILANO “ partenza 18 novembre[comunicato stampa della Scuderia del Portello] L''iniziativa, promossa dall''Alfa Romeo, dalla Scuderia del Portello e dal Rotary International e sostenuta da Provincia di Milano, Governo e Regione Lombardia, ripercorrerà, dal 18 novembre lo straordinario “Raid della Pace e Fratellanza”“ compiuto nel 1968 da quattro Giulia Super Alfa Romeo, partite dalla Citta del Vaticano, con la Benedizione del Papa, per arrivare a Pechino dopo aver attraversato 24 paesi. Nonostante le difficoltà incontrate:violente bufere di neve, forti sbalzi termici, strade ghiacciate e dissestate, migliaia di Km di deserto,carburanti pessimi, le Alfa avevano portato a termine la missione e riscosso un successo popolare in tutti i paesi attraversati ,dimostrando l ‘ eccellenza e qualità del marchio.Questa nuova edizione, promuove valori di pace e di fratellanza, segnando il passaggio del testimone dell''Expo da Shangai all''Europa e a Milano. L''iniziativa a scopo benefico, consentirà all''associazione Rotary International di ricavare fondi utili per completare "End polio now" contro la poliomielite a livello mondiale.Partendo dalla capitale economica della Cina, dopo aver attraversato alcuni tra i Paesi che costituiscono il nuovo asse dello sviluppo globale: Russia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Serbia e Croazia la carovana arriverà a Milano in Piazza Duomo.Ancora una volta il tragitto sarà coperto da quattro modelli prodotti dalla casa del Biscione: un''Alfa Romeo Giulia familiare del ‘72 e tre Alfa Giulia Super seguite da due nuove Alfa Giulietta ed un camion Iveco assistenza, tutti con i colori del club ufficiale di Alfa Romeo Scuderia del Portello.Giovedì 18 nov. A Shangai il team composto dal Presidente della Scuderia del Portello Marco Cajani , da Valerio Prignachi presidente commissione sportiva ACI Brescia, da Raffaele Cucchi vice presidente della Provincia di Milano, da Massimo Roscigno Console Italiano in Cina e da Alberto Ghidini per Rotary International ha partecipato alla cerimonia di partenza del “Raid della fratellanza e pace” alla presenza di 40 ospiti tra personalità cinesi, appassionati del mondo sportivo e media internazionali.“ E’ un onore per il nostro Club essere tra i promotori dell’iniziativa e con orgoglio portare sempre in giro per il mondo i colori dell’Italia e dell’Alfa Romeo “ sono state le parole di Marco Cajani durante la cerimonia .


Advert URL: http://www.classiccarsglobal.com/ad.asp?ad=137883

 

 

 


 Valid XHTML 1.0 Transitional                                                                         

                                                            Copyright © 2008-2013: ClassicCarsGlobal.com - all rights reserved.